Finora ci avete visitato in 66318.

La lontananza dal campo della Serie D

14/12/2020

Coach Albertin racconta lo stato d'animo delle sue ragazze.

Per la Serie D, una delle categorie più penalizzate dai vari DPCM e note federali Fipav, la lontananza dai campi di gioco è ormai arrivata a diverse settimane e, almeno fino al 15 gennaio, non ci sono margini per notizie positive.
"I segnali di una ripresa al momento non ci sono", commenta Leonardo Albertin, coach delle pantere. "La facilità con cui il Covid colpisce anche gli atleti professionisti, che sono costantemente monitorati, - prosegue il tecnico biancoblu - induce a pensare che la ripresa del mondo dilettantistico sarà soggetta a rinvii continui. Fino a tutto gennaio non c’è da aspettarsi niente di buono, la speranza è quella di poter riprendere almeno gli allenamenti da febbraio e prima di iniziare le gare bisognerebbe garantire almeno un mese di allenamenti continui senza sospensioni, altrimenti si rischiano infortuni".
Nel frattempo è fondamentale mantenere il più possibile la forma fisica, ma gli ostacoli degli allenamenti online sono molti: "La preparazione non è una cosa semplice da gestire, abbiamo preparato delle schede con circuiti e periodicamente cambiamo esercizi. Facciamo un monitoraggio tramite Zoom ogni 10-15 giorni, ma quasi tutte le atlete riferiscono di avere difficoltà a svolgere da sole gli esercizi, lo stimolo è basso e anche l’aspetto psicologico di demoralizzazione influisce sul buon fine di tutto". 
Guardando con più ottimismo possibile al futuro, per Albertin le federazioni dovrebbero comunque fare attenzione alle formule dei campionati: "Ritengo che sarebbe opportuno evitare di fare dei campionati corti (solo un girone di ritorno), con partenze a marzo o inizio aprile, decidendo promozioni e retrocessioni sulla base di poche partite. Piuttosto si farebbe bene a programmare dei mini tornei, senza tasse gara, al solo fine di favorire la ripresa dell'attività, con sorte di “bolle” stile Champions professionistico. Tre o quattro partite solo per riassaporare il gusto della competizione ma senza condizionamenti di classifica che in poche gare potrebbe non esprimere i veri valori in campo. 
In ogni caso per arrivare a disputare anche solo un allenamento o una partita bisogna tenere alta la guardia: "Dobbiamo essere attenti a seguire bene le regole di distanziamento nei prossimi due mesi se vogliamo sperare in una ripresa generalizzata del nostro sport", conclude il coach. 

Ufficio Stampa
Volley Cassola

Facebook

Accesso Webmail

Links

Altri Partner

A.S.D. Volley Cassola - Piazza Aldo Moro, 2 - 36022 - Cassola (VI) - Email  info@volleycassola.it
Codice FIPAV 060290088 - Anno Fondazione 1977 - P. IVA 02273130241
 

Sito generato con sistema PowerSport